Le stagioni di Liù
Fratelli di Taglia
tecnica utilizzata
teatro d’attore, danza aerea e circoteatro
età consigliata
3-8 anni


Alle nostre latitudini le stagioni scandiscono il trascorrere del tempo e i bambini crescono seguendone il susseguirsi. La bambina, protagonista di questa storia ha mille domande: “Perché passa il tempo? Perché c’è l’inverno? Chi decide se domani nevica? Perché non è sempre estate?”La risposta sta in un sogno che si trasforma in un fantastico viaggio in compagnia di un vecchio saggio, in paesi dove ogni stagione è per sempre. Arriverà alla costa dorata, dove c’è l’estate per sempre, si cammina a piedi nudi e si mangia gelato di conchiglia tostata, o la costa d’argento dove c’è l’inverno per sempre, e così via… Ogni paese all’inizio sembra il più bello del mondo, ma poi la bimba si annoia nel vivere continuamente un’unica stagione, nasce una nostalgia di non si sa cosa, perché la bellezza sta nel cambiamento e ogni posto se è per sempre, perde la sua gioia. Il vecchio alla fine le spiega: in un anno vivono 12 mesi, se ogni tre mesi ci sposteremo, ogni paese per sempre sarà un paese per un po’ e non ci annoieremo più. In questo spettacolo si vuole mettere in evidenza quanto siano importanti le stagioni e come deve essere difeso il loro naturale svolgersi e quali siano le peculiarità di ognuna di esse, come erano, come sono e come sono cambiate a causa dell’inquinamento che determina le variazioni climatiche con la speranza che torneranno ad essere come sempre metro dello scorrere del tempo.

Marzo 6 @ 21:00
21:00

Did you like this? Share it!