Sagapò
Aspettando il festival dell’arte comica
di e con Irene Michailidis, André Casaca
sguardo esterno Marina Abib
produzione Teatro del Respiro – Teatro C’art


Sagapò è amore. Amore per la vita.
Come una linea tracciata all’inverso, Sagapò celebra la vita a partire dalla morte.
Attraverso un rituale di gesti ripetuti si è ricercata un’essenzialità che porta alla pulizia delle emozioni, allo svuotarsi di ciò che ingombra per ritrovare lo spazio al sentire semplice, all’apertura, al gioco, all’euforia.
Un‘essenzialità che parte dalla scelta scenica.
Nero e bianco. Un uomo e una donna. Due sedie e un microfono. Una chitarra.
Un teatro fisico, a tratti comico e grottesco, poetico e assurdo, dove la parola diventa gramelot, dove la musica e il suono in scena dialogano con il movimento.
Due personaggi eleganti che si rincorrono, aspettano, danzano a piedi scalzi sopra una terra secca. Si intrecciano le voci di un rito funebre, il ritmo rebetiko di una festa, gli allegri saluti di chi parte e di chi arriva.

 

 

Aprile 10 @ 21:00
21:00

Did you like this? Share it!