Ladro di Razza
Massimo Dapporto e Antonello Fassari
con Susanna Marcomeni
di Gianni Clementi
regia Piero Maccarinelli
produzione Teatro Franco Parenti-Oti Officine del Teatro Italiano- Fondazione Teatro Della Toscana


Un testo divertente con una storia importante, trattata con intelligenza e leggerezza e interpretata da un terzetto di attori ideali per raccontarla.
Nella Roma del 1943, una piccola vicenda di strada racconta con l’emozione e la comicità tipiche della commedia all’italiana di due soliti ignoti: Tito e Oreste. Sono un modesto truffatore appena uscito di galera e l’amico d’infanzia da cui trova rifugio, che lavora come operaio nelle fornaci di proprietà di una ricca zitella ebrea. Nel tentativo di conquistare la fiducia della donna per circuirla e derubarla, la commedia ci porterà allo scontro frontale con un episodio storico dirompente: il rastrellamento degli ebrei nel ghetto di Roma del 16 ottobre da parte dei nazisti.
La regia di Piero Maccarinelli, attraverso la tecnica dell’assolvenza e dissolvenza, rende omaggio in chiave teatrale ai film da cui Gianni Clementi trae ispirazione per la sua scrittura, in una comunicazione viva, diretta e carica di umanità.

 

Gennaio 21 @ 21:00 — Gennaio 22 @ 21:00
21:00

Did you like this? Share it!