seguici su:

disegno2“Giallo Mare Minimal Teatro , compagnia di teatro-ragazzi di Empoli tra le più innovative dell’ultima generazione. Ha progettato percorsi per una diversa dimensione del tempo e dello spazio ( Un attimo una stella , 1986; Hansel e Gretel restaurant , 1988) creando poi, in collaborazione con Giacomo Verde, Il teleracconto (1989), incontro molto suggestivo tra la narrazione con oggetti e la televisione. Altri lavori: Boccascena (1991); Biancaneve nera la notte gialla la luna (1995)”. (dal Dizionario dello spettacolo)

Il Giallo Mare Minimal Teatro fin dalla sua costituzione ha realizzato un costante percorso di ricerca drammaturgica e scenica incentrata sul recupero di alcuni particolari aspetti della tradizione teatrale e su una originale rilettura della tradizione con gli strumenti della contemporaneità . Pur essendo il nucleo artistico che ha fondato la compagnia tuttora presente alla guida della struttura, Renzo Boldrini e Vania Pucci, il Giallo Mare Minimal Teatro si è sempre caratterizzato per la sua capacità di essere un punto di partenza o di coagulo di progetti (Teatro di Appuntamento, Progetto Teleracconto) che hanno visto la compagnia essere scena d’incontro fra artisti che provengono sia dal mondo del Teatro che da svariate discipline comunicative, quali le Arti plastiche e visive, la scena elettronica, il mondo del video e della musica. Incontri, segni, stimoli, pratiche mai considerate come percorsi paralleli, ma tracce, idee che aiutassero la compagnia a moltiplicare le proprie capacità di visionari della scena: Multiscena è il neologismo con cui, ormai da alcuni anni la compagnia ha battezzato questo percorso di lavoro.

Nella poetica della Compagnia è riconoscibile un’attenzione particolare ad alcuni aspetti significativi della composizione teatrale di cui alcune opere testimoniano, anche se parzialmente, i risultati.

  • Rapporto tra spazio scenico e punto di vista dello spettatore (Per Un Attimo Una Stella, Hansel & Gretel Restaurant, AcquaDretti, La Confessione, Giulietta & Romeo)
  • L’affabulazione (Storie Nel Cassetto, Favolando, In Bocca Al Lupo)
  • L’autore/attore (Prove Di Volo, Paesaggi paralleli)
  • La contaminazione del lavoro dell’attore e più complessivamente la contaminazione del processo di composizione scenica con gli strumenti di elaborazione e riproduzione dell’immagine – TV, telecamere, computer, radio, lavagne luminose o diaproiettori (Boccascena, Il Lieto Fine, Consumazione Obbligatoria, Biancaneve, Neranotte Giallaluna, Brunaterra, Di Segno In Segno, Storie Zip, Lezioni di Geografia) una ricerca aperta ad una continua evoluzione e fortemente calibrata sugli immaginari dell’infanzia e del mondo giovanile.

La Giallo Mare Minimal Teatro è riconosciuta dalla stagione teatrale 1992/93 come struttura di rilevanza artistica nazionale per il Teatro Ragazzi e Giovani, dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali. Fin dalla sua nascita nel 1983, si è caratterizzata come una compagnia di progetto, affiancando all’attività produttiva una permanente ed intensa attività di formazione, promozione ed ospitalità. Complessivamente la Compagnia opera stabilmente in convenzione con dodici Comuni di tre province della Toscana (Firenze, Pisa), realizzando una capillare attività sul territorio che, tramite rassegne ed altre manifestazioni, mediamente ogni stagione coinvolge oltre 30.000 spettatori ed utenti. La Compagnia realizza da sette anni a Vinci il Festival I Colori della Scena sul rapporto tra Teatro e Multimedialità. Nella stagione 98/99 ha fondato la Scuola di Teatro ACHAB diretta da Vania Pucci presso il Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull’Arno. Per quanto riguarda la produzione, gli spettacoli della Compagnia sono stati presentati in prestigiose rassegne e festival in Italia e all’estero (Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Polonia, Spagna, Svizzera). Nelle stagioni 91/92 e 93/94 è finalista del premio STREGAGATTO indetto dall’ E.T.I. (Ente Teatrale Italiano), il premio segnala le migliori produzioni italiane. Nella stagione 1999 la compagnia ha ricevuto il 1° PREMIO e la MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA rispettivamente con gli spettacSTORIE ZIP e DI SEGNO IN SEGNO . La residenza artistica e produttiva della Compagnia è il Teatro Comunale Verdi di Santa Croce sull’Arno di cui Renzo Boldrini, fondatore della compagnia, è Direttore Artistico. Fra le attività promozionali la Giallo Mare Minimal Teatro ha realizzato una ricca attività editoriale intorno al Progetto Teatro e Scuola.